0

Black The Fall [Switch]

Black The Fall ci racconta la distopia che ha segnato la Romania nel periodo di Ceausescu e che viene narrata con quell’inconfondibile stile che giochi come Inside ci hanno insegnato ad amare (seppur questo sia uscito di fatto prima).

Black The Fall

In Black The Fall non ci sono parole: sono i suoni, le immagini, l’imposizione della camera a parlare, a raccontare ciò che le parole non dicono. Il gioco vive di una narrazione blanda, simbolica e significativa, ma al tempo stesso forte nei contenuti. La distopia del regime oppressore si manifesta in quella che sembra una fabbrica della morte più che di lavoro, dalla quale tenteremo la fuga con tutte le nostre forze.

Black The Fall

Il gameplay è fatto di momenti lenti, di puzzle sempre diversi da risolvere e di attesa, sì l’attesa del momento giusto per fare la nostra mossa, per non morire. Troveremo un simpatico aiutante che ci darà una mano essenziale nella nostra fuga lungo i desolanti scenari che il gioco ci mostra.

Black The Fall

Non è certamente una produzione di budget elevato ma un titolo che per sua natura trova nella Switch forse la massima incarnazione (è presente su ogni piattaforma), per l’approccio prendi, gioca, muori, pausa. Ottimo il comparto tecnico (il gioco l’ho finito in modalità portatile), sia dal punto di vista grafico che sonoro.  Un puzzle platform che soddisfa e offre al giocatore sensazioni anche vivide senza però mai avere un momento di massima anche nel finale.

Black The Fall

Nell’attuale panorama della console è però un gioco che mi sento di consigliare, piacevole, ben curato, ottimo per ammazzare il tempo in attesa di titoli di calibro maggiore (qualcuno ha detto Bayonetta?)

Black The Fall

Il prezzo poi è decisamente contenuto, poco più di 14€ con lo sconto del 10% attualmente applicato.

LostInGameland

Lascia un commento