0

Assassin’s Creed Origins … l’inizio di tutto [PC]

Assassin’s Creed Origins arriva dopo due anni di pausa dal precedente capitolo e si pone come un nuovo inizio, narrando vicende precedenti a tutti gli altri capitoli.

Assassin's Creed Origins

Il gioco si svolge nel periodo tolemaico dell’antico Egitto e punta narrativamente parlando tantissimo sull’empatia, sviluppando una storia emozionale a partire dal prologo, cercando di andare a ricreare virtualmente il forte intreccio mistico-religioso che caratterizzò l’antico Egitto. Come al solito sorvolo sulla trama per evitare spoiler, limitandomi a dire che è ben narrata e piacevole, seppur a mio parere un po’ scontata nell’incipit.

La cosa invece di interesse è l’introduzione di una componente molto action RPG nelle meccaniche di gioco, che arricchisce l’avventura. Non saranno presenti scelte nei dialoghi con gli NPC, ma avremo molte caratteristiche dei moderni action RPG come l’evoluzione del personaggio tramite livelli e punti esperienza da spendere nell’albero delle abilità, attrezzatura, armi vestiario etc.

Qui cadiamo però nella prima debolezza del gioco. Assassin’s Creed Origins è estremamente parametrizzato, vita e danno salgono con il livello e (in secondo luogo) con l’armatura e l’arma, ma il margine di libertà è poco e questo ci porta velocemente dall’essere inefficaci a macchine della morte.

Assassin's Creed Origins

Se si è troppo sotto o troppo sopra al livello della missione si finisce con il morire in continuo o il diventare virtualmente immortali. Questo aspetto non mi ha eccessivamente convinto e credo sia un punto su cui Ubisoft debba lavorare ancora. Insomma buona la prima ma migliorabile.

Il gioco riprende molte meccaniche dai big one del 2016 e 2017. Da un lato è apprezzabile il poter arrampicarsi ovunque, le quest secondarie ricche, le aree di gioco vastissime, dall’altro il gioco anche su PC non regge forse l’impatto visivo di Horizon seppur nell’insieme bello e affascinante. Ogni tanto alcuni dettagli sembrano meno curati di altri.

Abbiamo poi tutto quello che possiamo aspettarci da un gioco del genere, crafting, potenziamento delle armi, caccia, ed una storia dinamica che è molto apprezzabile.

Assassin's Creed Origins

Ubisoft ha posto molto l’attenzione sulla giocabilità, oltre al solito animale da trasporto che appare dal nulla se ci buttiamo in acqua arriva presto una barchetta che potremo “sequestrare” e usare per i nostri scopi in modo da rendere fluidi i movimenti nell’enorme mappa di gioco.

Assassin's Creed Origins

Questa, sempre secondo gli schemi di prima, è divisa in aree note (Giza, Alessandria etc) ed è possibile notare come la parametrizzazione sia intrinseca anche nelle zone esplorabili e ben visibile sulla mappa. Andare a zonzo con un livello basso è insomma … pericoloso.

Assassin's Creed Origins

A differenza di altri giochi però l’esperienza si ottiene per lo più dalle missioni che dall’uccisione dei nemici, quindi per portarci avanti nella main quest dovremo per forza fare varie missioni secondarie, comunque mai ripetitive e sempre ben fatte. Non si potrà sfruttare l’abilità di giocatori di lunga data nell’uccidere nemici molto più forti per fare esperienza, perché i punti esperienza dati sull’uccisione sono pochissimi…

Assassin's Creed Origins

Devo dire, in conclusione, che il gioco nel suo insieme è convincente e ben fatto, quanto inaspettato, ma non privo di alcuni difetti di gioventù che sicuramente verranno rivisti nei capitoli successivi. Consiglio quindi Assassin’s Creed Origins senza remore con un bel 8.

 

Assassin’s Creed Origins su Amazon http://amzn.to/2hbMXe0

 

LostInGameland

Lascia un commento